News & Eventi

Tutto quello che accade e riguarda il mondo Revet

Sono aperte le iscrizioni alla quarta edizione di “COREPLA SCHOOL CONTEST – Plastica, materia circolare”, il progetto didattico che mira a diffondere le buone pratiche di raccolta differenziata tra gli studenti delle scuole medie e superiori delle regioni Emilia-Romagna, Marche, Toscana e Umbria.

COREPLA SCHOOL CONTEST è un’occasione di apprendimento interattivo sui temi della tutela dell’ambiente, della raccolta differenziata e del riciclo-recupero degli imballaggi in plastica. La partecipazione comporta lo svolgimento di 3 “missioni di classe” - dalla classica prova Quiz alle più social Videotelling e Meme virale - che daranno diritto a un punteggio attribuito in base alle conoscenze e alla creatività dimostrate dagli studenti.

Ad aprile, al termine delle missioni, ogni Regione avrà due vincitori: la classe della scuola secondaria di I grado e la classe della scuola secondaria di II grado con il punteggio più alto, che vinceranno • un buono Amazon per la scuola del valore di 500 € • un tablet per il docente di riferimento • un mini tablet per ogni alunno della classe vincitrice. 

Per partecipare al contest, i docenti dovranno iscrivere le proprie classi nel sito www.coreplaschoolcontest.com entro e non oltre il 21 dicembre 2018.

 «Per questa quarta edizione del contest abbiamo scelto l’Emilia-Romagna, le Marche, la Toscana e l’Umbria, regioni che hanno scommesso sulla raccolta differenziata degli imballaggi in plastica, sulla loro qualità e quantità - dichiara Antonello Ciotti, Presidente di Corepla. - È prematuro parlare di vincitori, ma sul podio già ci sono i cittadini, i Comuni, gli operatori di queste regioni: ciascuno, nel proprio ruolo, ha contribuito a posizionare l’Emilia-Romagna, le Marche, la Toscana e l’Umbria tra le regioni italiane più virtuose nella raccolta differenziata, come dimostra la quantità di imballaggi in plastica pro capite raccolta, ovunque superiore alla media nazionale (pari a 17,7 kg/ab).  Ma possiamo fare ancora di più, e meglio. Cominciamo dalle scuole: coinvolgere da protagonisti i più giovani in progetti virtuosi e multidisciplinari è fondamentale, non solo per la riuscita del Contest; saranno gli stessi ragazzi a misurare la bontà del proprio impegno».

Utilizziamo cookie tecnici e di profilazione (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza su questo sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie; in alternativa, leggi l'Informativa Estesa e scopri come disabilitarli.